Ti racconto la mia terra 


Chi trase a Montefusco

chitraseamontefuscocover
 
 
 
 
 
 

 La Rievocazione storica “ Chi trase a Montefusco “ ripercorre

la storia di sangue e tormento dell’antico  carcere di Montefusco utilizzando una formula narrativa in grado di affascinare e coinvolgere il visitatore  trasportandolo nei secoli passati e nelle scene  interpretate.   

 La storia narrata è, allo stesso tempo,  la storia  vissuta  dal visitatore che ne è completamente partecipe,  attraversando fisicamente il tormentato luogo, ascoltando l’eco di voci lontane

ed inquietanti suoni soffocati nel silenzio delle possenti mura ed idealmente  sfiorando gli occhi e il cuore  dei protagonisti         dell’emozionante racconto.

 

 ll silenzio è inquieto nel Carcere di Montefusco.
‚Äč

È un  silenzio tormentato e vivo che penetra nel cuore e nel cuore affonda le sue radici che sanno di coraggio e indomita passione. Sono le radici della libertà che si alimentano e germogliano ancora tra le possenti mura del Carcere e sussurrano storie di uomini, di donnee di bambini, storie di lotta e speranza, storie di vita, di sofferenza e di morte che si animano nel silenzio roccioso e nel silenzio continuano a gridare

 

c3a86b73-6555-4259-91b5-8ab03f8255dfcarmenelaurarievocazione_DSC37713b3c9098-8a86-48b8-8564-a9a45aa9d415fde8248f-160d-4d00-8903-41aa0652d4870e268235-bfa0-49c0-b8b8-189b4fd6e2e3_DSC3769_DSC3734_DSC3740-Modifica_DSC3724_DSC3713ff00f07a-08b6-46f7-9eac-5ed402c940dae8b04a96-a21a-43c7-baf4-e9b6b040d8b00a722519-3732-468a-87e1-a70ceedb2221chitraseamontefuscocover715842411019641712176297514293748210073600n727135931255410355266096016210461035331584n750648381255410621932735761050349515309056n

 

 

 

 

Il popolo del Carcere 

 

 

Il mio popolo del carcere.... é così che definisco gli amici e le amiche che con me rendono possibile questa emozionante rievocazione della storia del carcere...Gianni,Rossella,Gianpiero,Alessio, Felice, Gianni, Gennaro, Romualdo, Giovanna,Gianni, Ennio, Laura Lucia, Giuseppe, Ennio, Danilo, Vincenzo, Marco, Maria Spina, Anna, Carmen, Arturo, Marco, Laura, Carmine, Gianni, Giovanni e i meravigliosi piccoli “briganti”, Raffaele, Matteo e Maria Carmen ...siamo in tanti, alcuni dell’Associazione teatrale “ N’avimmo fatta n’ata” di Montefusco, altri del trio “3PuntoG” di Montefalcione, due componenti della Compagnia teatrale di Venticano, alcuni ragazzi del Forum dei giovani di Montefusco, alcuni amici di buona volontà....siamo in tanti, tutti accomunati dalla voglia di raccontare la storia affascinante e misteriosa dell’antico Carcere di Montefusco ....tutti accomunati dal desiderio di dare voce alle mura possenti e silenziose della storica fortezza, di dare un volto ai tanti detenuti, innocenti e colpevoli, prigionieri dell’odio e dell’oblio, e alle loro tormentate storie perse e ritrovate tra le polverose carte degli archivi .... siamo in tanti ...accomunati dal desiderio di essere il grido di giustizia e il messaggio di speranza che da secoli aleggia inquieto tra le antiche mura e che potrà veramente vivere e ascoltare“chi trase a Montefusco”, chi entra nel nostro Carcere e attraversa con noi le luci e le ombre della storia e del cuore.

 

   

gruppo2
rievocazionecovid

iiii

 Le nostre Rievocazioni

La Rievocazione storica "Chi trase a Montefusco ", insieme alle Rievocazioni " Il Cammino delle Idee ...da Napoli a Montefusco nel 1799" e alla Rievocazione etnografica" Nell'ombra e nel silenzio", costituiscono la trilogia di narrazione teatrale del progetto Memoria Storia Viva. Sono progetti in itinere e in evoluzione che si arricchiscono di storie e particolari appresi dall'acquisizione di conoscenze storiche e documentali che l'impegno continuo di ricerca archivistica consente di ottenere. Il principio basilare che struttura l'ideazione, la scrittura e la realizzazione  teatrale di tali suggestive performance è la volontà di far trasmettere e narrare  il momento storico e la vicenda in una fruizione attiva e partecipe del visitatore, in   delineandola con brevi, incisivi tratti, a volte intrecci di silenzi e parole, a volte suoni, rumori o versi inquieti cadenzati e accompagnati da una narrazione empatica  in equilibrio sul filo lacerato della trama storica complessa  che si attraversa. Particolarmente toccante  è poi nella Rievocazione " Chi trase a Montefusco " l'uso delle parole originali  dei detenuti del Carcere, tratte dai documenti e dalle lettere originali ritrovate negli archivi, potente eco del tormento ancora racchiuso tra le mura possenti del Carcere montefuscano 

Le prime Rievocazioni storiche sono state realizzate nell'anno 2011, in occasione del Centocinquantesimo Anniversario dell'Unità d'Italia, a cura del gruppo amatoriale "Gli amici del Museo ", pure se in forma parziale e meno elaborata delle rappresentazioni successive .

 

La Rievocazione " Chi trase a Montefusco", grazie al costante lavoro di ricerca storica e all' importante patrimonio di conoscenze acquisito, ha visto,  negli anni ,una importante rielaborazione, fino alla realizzazione di una emozionante rappresentazione ad opera del gruppo amatoriale "Il popolo del Carcere ",  il 25 Aprile 2019, organizzata dal  Comitato Eliseus, ospite il Touring Club campano  con il console regionale Giovanni Pandolfo e il vice console TCI  Dino Giovino e, successivamente nelle date del 2 Novembre 2019, del  Primo Febbraio 2020 e, in un'edizione rigorosamente adeguata al rispetto delle norme anti-covid, il 17 Agosto 2020.

 

 

 

 

 

il popolo del Carcere 

edizione Covid  Agosto 2020

fotorievocazione
74434845102144435118720363460406647321526272o

un anno di grandi emozioni...

7812154526088691058492895584523220804960256n

pure nelle ombre del Covid

117717495_312924726788238_6264858615983229150_ncov11118047444_312924356788275_5209183540296550716_n118133432_312923773455000_6960908910232389889_nannapirro729085141029329811207486334003569531813888o

 

e  per foto , video e maggiori notizie della Rievocazione  basta collegarsi alla pagina facebook   "Chi trase a Montefusco "

1182139443129237234550058200494730278838943n

...chi non impara dalla storia

     è condannato a riviverla ...

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder